Menu Chiudi

La nostra storia.. Andrea Pirlo, un aneddoto “a cucchiaio”

 

Andrea Pirlo, un aneddoto “a cucchiaio”

Giorgio Gaggiotti Team Manager del Brescia Calcio (dal 1990 al 1998).. aneddotti per le pagine del nostro sito web? Neanche il tempo di pensarlo che siamo stati accontentati, “ed alla grande”.

Giorgio ci racconta un”aneddoto su un “cucchiaio” di Andrea Pirlo dal dischetto.

 

Un aneddoto per capire ancora meglio chi e Andrea Pirlo

“Anno 1996, amichevole precampionato INTER-BRESCIA, la partita finisce ai rigori.

Penultimo rigore, Doni contro Pagliuca (portiere dell” Inter e della Nazionale), Cristiano beffa Pagliuca con uno “scavetto”, il portiere reagisce a male parole scagliando il pallone sulla schiena del giocatore bresciano reo di averlo “offeso” ( allora lo scavetto era ritenuto fortemente offensivo dai portieri).

Ultimo e decisivo rigore, sul dischetto un ragazzino di 17 anni di nome Andrea Pirlo, breve rincorsa e.. “scavetto” gol !

Pagliuca non reagisce, il pubblico ride ed applaude, io corro dalla panchina abbracciando ‘protettivamente’ Andrea e gridando “Grande Andry“!

Andrea, nonostante i 17 anni ed il personaggio che affrontava, ha ritenuto giusto evidenziare la scomposta reazione verso il suo compagno di squadra .

Personalità, senso della giustizia ed.. immensa classe! Questo era già a 17 anni Andrea Pirlo”.

Giorgio Gaggiotti
Direttore Generale ADC Mario Rigamonti

 

Fotografia di copertina: Andrea Pirlo dedica un saluto ai bambini della Rigamonti.

Fotografia qui di seguito: Giorgio Gaggiotti in panchina con il Brescia Calcio, alle sue spalle sulla sinistra, un giovanissimo Andrea Pirlo.

 

 

Posted in La Nostra Storia

Articoli correlati

Scroll Up