Menu Chiudi

4 maggio 2020, in ricordo del Grande Torino ai tempi del Covid-19

 

Centro Sportivo Mario Rigamonti, la casa di tutti noi in Riga.

Mario Rigamonti (Brescia, 17 dicembre 1922 – Superga, 4 maggio 1949) è stato un calciatore italiano, nel ruolo di difensore.

Aveva una passione sfrenata per la moto ed era costantemente in ritardo. Era solito infatti arrivare negli spogliatoi prima del match pochi minuti prima dell’inizio della partita.

Oggi giace nel cimitero di Capriolo (Brescia) in una cappella dedicata a tutta la sua famiglia.

it.wikipedia.org

 

4 Maggio 1949: L’aereo stava riportando a casa la squadra da Lisbona, dove aveva disputato una partita amichevole contro il Benfica, organizzata per aiutare il capitano della squadra lusitana Francisco Ferreira, in difficoltà economiche.

Nell’incidente perse la vita l’intera squadra del Torino, vincitrice di cinque scudetti consecutivi dalla stagione 1942-1943 alla stagione 1948-1949 e che costituiva la quasi totalità della Nazionale italiana. Nell’incidente morirono anche i dirigenti della squadra e gli accompagnatori, l’equipaggio e tre noti giornalisti sportivi italiani.

it.wikipedia.org

 

Grande Torino, il programma del 4 maggio 2020

La leggenda del Grande Torino non è solo l’orgoglio di una città e dei tifosi granata, è patrimonio di un Paese e di chiunque ami il calcio.

Dal 2015 la FIFA, la Federazione internazionale che governa questo sport, ha proclamato il 4 maggio “Giornata mondiale del giuoco del calcio”.

..

Quest’anno, come è a tutti noto, non sarà possibile accedere al Colle di Superga. E nemmeno ritrovarci tutti insieme altrove.

..

Nel solco della tradizione, subito spazio alla preghiera. Alle 16.30 il cappellano del Torino, don Riccardo Robella, officerà la Liturgia della Parola. Crediamo sia cosa buona e giusta che avvenga allo stadio Filadelfia, la culla del Toro, la casa del Grande Torino, il fortino inespugnabile di Valentino Mazzola e compagni.

..

Il Torino Football Club comunica che ogni tifoso o appassionato sportivo potrà condividere questi momenti con la diretta sulla pagina Facebook del Torino FC e sul sito www.torinofc.it a partire dalle 16.15. Diretta televisiva per gli abbonati a Torino Channel.

News originale e completa: torinofc.it

 


 

4 maggio, ore 17.03, così i tifosi ricorderanno il Grande Torino

Anche Maxi Lopez ha prestato il suo volto all’iniziativa partita dalla band Sensounico: «Esponete il granata alla finestre»

TORINO. Anche Maxi Lopez al flash mob per il Grande Torino. L’attaccante argentino ha prestato con entusiasmo, e anche emozione, il suo volto per promuovere l’idea partita dai tifosi di ricordare la squadra di Valentino Mazzola esponendo qualcosa di granata dai balconi e dalle finestre.

News originale e completa: lastampa.it

 


 

La commemorazione via social

Il giorno dei funerali, il 6 maggio 1949, centinaia di migliaia di persone si riunirono nel centro di Torino per dare l’ultimo addio ai campioni. Quest’anno, per la prima volta in 70 anni di celebrazioni, nessuno salirà a Superga per il tradizionale ricordo, ma il Torino non ha voluto saltare l’appuntamento con la storia.

Alle 16 di oggi 4 maggio all’interno dello stadio Filadelfia entrerà il solo don Riccardo Robella, che è il cappellano del Toro. Davanti a lui si piazzerà una telecamera, e a quel punto don Riccardo avvierà una cerimonia in memoria degli Invincibili, che durerà poco più di un quarto d’ora e potrà essere seguita in streaming sui canali social del Torino.

News originale e completa: corriere.it

 


 

Il Grande Torino, quel 4 maggio che cambiò la storia granata

Superga è il colle che domina Torino da est. In cima, la vista spazia fino alle Alpi e infatti è sempre stato un punto di osservazione strategico, perché da lì si potevano studiare a distanza le manovre militari di chi tentava l’assedio alla città.

La basilica barocca dello Juvarra, progettata nel 1715, venne infatti fatta costruire per un voto del duca Vittorio Amedeo di Savoia, che nel 1706 andò sul colle per valutare l’offensiva dell’esercito franco-spagnolo.

Giurò che, in caso di vittoria, avrebbe edificato un monumento alla Madonna, e quel monumento fu la basilica.

News originale e completa: repubblica.it

 


 

Con il nome di Grande Torino si indica la squadra di calcio italiana della società sportiva Torino Football Club, all’epoca chiamata Associazione Calcio Torino, nel periodo storico compreso negli anni quaranta del XX secolo, pluricampione d’Italia i cui giocatori erano la colonna portante della Nazionale italiana, nonché una delle formazioni più forti della storia del calcio, e che ebbe tragico epilogo il 4 maggio 1949, in quella sciagura aerea nota come Tragedia di Superga nella quale l’intera squadra perse la vita.

Con questo nome, benché si identifichi comunemente la squadra che perì nella sciagura, si usa definire l’intero ciclo sportivo, durato otto anni, che ha portato alla conquista di cinque scudetti consecutivi e di una Coppa Italia.

it.wikipedia.org

 

Fotografia di copertina: i funerali dopo la Tragedia di Superga

 

Posted in News

Articoli correlati

Scroll Up